“Dio ci salva nella sofferenza, ci protegge nella morte, ci libera nella croce”

(Commento al Vangelo di don Gianluca Bracalante)

“Dio non ci salva dalla sofferenza, ma nella sofferenza; non ci protegge dalla morte, ma nella morte. Non libera dalla croce ma nella croce”

La Parola di Dio di questa domenica ci fa attraversare la Via Crucis. L’Evangelista Luca, il cantore della Misericordia di Dio, ci affida tre frasi di Gesù che sono il compendio di tutta la sua vita terrena e le affida a noi: “Padre, perdona loro”… “Sarai con me nel paradiso”… “Padre, mi consegno nelle tue mani”…Le dobbiamo scolpire nel cuore ogni volta che attraversiamo la nostra via crucis esistenziale. Una via che  si ripete oggi come duemila anni fa nei giovani, nei sofferenti, negli affamati, nelle persone malate, nelle vittime di questa assurda guerra, in tutti gli scarti della società.

La Via Crucis è fatta di stazioni. Nel Vangelo ci sono anche le nostre. Tu quale personaggio sei? Siediti a riflettere, ci sei anche tu. La conosciamo bene la nostra via crucis: è il nostro rapporto difficile con il marito, la moglie, i nostri conflitti con i figli adolescenti, le nostre incomprensioni con i parenti, le nostre liti con i vicini, i nostri volti duri con gli amici, i nostri preconcetti con i compagni, il nostro disimpegno sociale e cristiano, il nostro correre tutta la giornata senza avere un orientamento, le nostre scuse per non trovare mai il tempo per pregare, per stare un po’ in silenzio, per meditare, per conoscere meglio Gesù, per incontralo.

La Via Crucis è una via di consapevolezza del mio peccato personale e una presa di coscienza del nostro peccato sociale, come comunità civile e come Chiesa.  Iniziamo ad andare dietro a Gesù sulla via dolorosa. Precorriamo la Via Crucis, passo dopo passo, con consapevolezza, con lucidità, con coscienza, con trasparenza. Lasciamoci andare all’amore di Dio.

Chiediamo a Gesù il dono delle lacrime e il dono del cambiamento della nostra vita. Gesù è morto per noi per dirci che non c’è amore più grande di quello che dona la vita per gli amici… Lui ci darà la forza, perché Gesù è la nostra forza!

Un pensiero su ““Dio ci salva nella sofferenza, ci protegge nella morte, ci libera nella croce”

  • 10 Aprile 2022 in 14:26
    Permalink

    Il Signore benedica coloro che predicano ed applicano la sua parola.
    Una preghiera perché si metta fine alla violenza, sotto tutte le forme, guerra compresa; il dolore delle madri degli attaccanti e degli oppressi è uguale al dolore della madre di nostro Signore Gesù Cristo.
    Se si vuole spegnere il fuoco, si va con l’acqua, e solo in rarissimi casi, con il controfuoco.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube20