“Prodotto topico”: buon cibo, mare e tanta voglia di stare insieme in sicurezza

SAN SALVO. Tutto pronto per il week end topico a San Salvo Marina, dove sabato 7 e domenica 8 agosto arriveranno 40 produttori provenienti da diversi comuni abruzzesi ma anche dal Molise, dalla Puglia, dalla Campania, dalla Calabria, della Sicilia e dal Marocco per esporre e far degustare oltre 60 prodotti tipici dalle 19:00 alle 24:00. Siamo arrivati alla quarta edizione di questo importante evento estivo per San Salvo.

Alcuni produttori sono conosciutissimi, avendo partecipato anche alle precedenti sette edizioni; altri, invece, sono delle vere e proprie novità. Arriverà da San Severo una membrana di vitello (misiska), che fatta arrosto ed opportunamente speziata delizierà i palati di oggi, come ha fatto per secoli deliziando i pastori transumanti. Novità anche nel campo delle bevande, con birre topiche (alla canapa e al farro) e liquori alle erbe, oltre che nei primi piatti con Altino che presenta l’ennesima variabile: stavolta i fusilloni con crema di pecorino e Fossalto con il farro ai funghi e tartufi. Senza dimenticare che si potranno assaggiare tre gelati topici: uno ai frutti nostrani, uno al cello ripieno fresano ed uno all’olio evo, che ovviamente ha sapori diversi di anno in anno, anche se l’olio è della stessa coltivar.  

A farla da padrona sarà sempre la ventricina, presente in tanti piatti: nei cavatelli, nei ravioli, nei calamari, spalmata, fatta a ciff e ciaff e a bocconi arrosto, mentre la porchetta sarà rigorosamente teramana e gli arrosticini atessani, con marocche, noccioline e lupine. Ci saranno ovviamente i gettonati prodotti di sempre: cipp’liate e babà, arancini e baccalà, suino nero calabrese e cacio cavallo impiccato agnonese. Infine, sagnitelle locali e cous cous marocchino daranno il senso della “glocalità” del Prodotto topico. Tutto questo ha suscitato la curiosità del presidente degli abruzzesi in Lombardia Angelo Dell’Appeninno, che sarà in giuria col senatore Antonio Razzi. 

Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ha dichiarato: “Ci prepariamo anche quest’anno a vivere la due giorni dedicata ai sapori interregionali sul nostro accogliente lungomare. Il prodotto topico si sta qualificando, anno dopo anno, come la vetrina ideale per dar conoscere oltre che i sapori delle regioni italiani anche la cultura e le tradizioni dei comuni presenti con i loro piatti tipici. Un viaggio del gusto alla scoperta dei sapori di luoghi lontani che hanno tutti in comune il piacere della tavola che diventa spazio di incontro, di conoscenza e di integrazione. L’enogastronomia si conferma al primo posto per capacità attrattiva nel settore del turismo”.   

L’organizzatore della manifestazione Orazio Di Stefano ha dichiarato: “L’ anno scorso e quest’anno abbiamo ridotto le tappe per ragioni facilmente immaginabili, puntando su due località della costa che ci sono molto care: Casalbordino e San Salvo.  A Casalbordino abbiamo già fatto il topico quindici giorni fa, il 24 luglio; abbiamo avuto una significativa partecipazione, ma è andato tutto bene, perché con la locale Protezione civile abbiamo saputo far mantenere gli opportuni distanziamenti, senza creare ulteriori code. Lo stesso faremo a San Salvo, dove occuperemo la parte di lungomare più a sud vicino il Porto turistico, praticamente in continuità con gli stand del mercatino, in modo che chi lo percorre arriva tranquillamente da noi. Ovvio che si potrà entrare anche dall’ inizio del Lungomare, lato Montenero per capirci. L’area è ampia e gli stand ed i tavoli saranno collocati a distanza di sicurezza e noi vigileremo insieme agli amministratori, che ringrazio per la disponibilità”.

Foto in copertina di di Nicola Palma Ucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20