Quali sono i ruoli del marito e della moglie nella famiglia?

Rubrica a cura di Don Giovanni Boezzi delegato dai sacerdoti della Zona Pastorale di Vasto per la Famiglia

Carissimi, anche se i maschi e le femmine sono uguali nel loro rapporto con Cristo, la Scrittura attribuisce ruoli specifici ad ognuno nel matrimonio. Il marito deve assumersi la leadership della famiglia (1Co 11,3; Ef 5,23). Questo ruolo di guida non deve essere dittatoriale, accondiscendente, o diminutivo verso la moglie, ma dovrebbe seguire l’esempio di Cristo nel guidare la chiesa. Questo è il modello che i mariti devono seguire nell’amare le proprie mogli.

Le mogli si devono sottomettere all’autorità del marito. Anche se le donne devono sottomettersi ai loro mariti, la Bibbia insiste varie volte sul modo in cui i mariti devono trattare le loro mogli. Il marito non deve diventare un dittatore, ma deve rispettare sua moglie e le sue opinioni.

Per quanto riguarda la divisione delle responsabilità nella casa, la Bibbia dice che i mariti devono provvedere alle proprie famiglie. Ciò significa che il marito deve lavorare e guadagnare sufficientemente per provvedere alle necessità della moglie e dei figli. Venire meno a questa responsabilità ha delle conseguenze spirituali precise: “Se uno non provvede ai suoi, e in primo luogo a quelli di casa sua, ha rinnegato la fede, ed è peggiore di un incredulo” (1Tm 5,8). Ciò non significa che una moglie non può contribuire al mantenimento della famiglia ma che il provvedimento per la famiglia non è la responsabilità principale della moglie quanto del marito. E’ vero che un marito dovrebbe aiutare con i figli alle faccende domestiche ma Proverbi 31 rende chiaro che la casa è il luogo di responsabilità e influenza primaria della moglie. Anche se significa andare a letto tardi ed alzarsi presto, la sua famiglia è ben curata. Ciò non comporta uno stile di vita facile per molte donne. Ma troppe donne stanno facendo troppe cose e sono stressate al punto di esaurirsi.

Il conflitto sulla divisione dei compiti in un matrimonio è inevitabile, ma se entrambi i coniugi sono sottomessi a Cristo, questi conflitti saranno minimi. Se una coppia discute in modo frequente e intenso su questo argomento, o se sembra che il matrimonio sia un susseguirsi continuo di discussioni, allora c’è un problema spirituale. In questo caso, i coniugi si devono riconsacrare in preghiera e in sottomissione a Cristo prima, e poi l’uno all’altro con un atteggiamento di amore e di rispetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20