Festa di San Vitale al tempo del Covid-19

Il programma del 18 e 28 aprile

In questo tempo di contingenza per la pandemia in atto e le restrizioni che ci sono state imposte, quest’anno la festa di San Vitale, nostro patrono sarà vissuto solo on line.

È certo che ci manca il ritrovarci, il vivere insieme la Festa, in un’omelia il Papa ha detto attenti alla fede “virtuale”. La Chiesa è con popolo e con sacramenti… i discepoli erano cresciuti nella familiarità con Gesù. Noi cristiani dobbiamo crescere in questa familiarità, che è personale ma comunitaria. Una familiarità senza comunità, senza Chiesa, senza i sacramenti, è pericolosa, può diventare una familiarità gnostica, staccata dal popolo di Dio. In questa pandemia – ha osservato – si comunica attraverso i media, ma non si sta insieme…

Dobbiamo uscire dal tunnel per tornare insieme perché questa non è la Chiesa: Che il Signore ci insegni questa familiarità con i sacramenti e col santo popolo di Dio.

L’esempio di S. Vitale deve portarci a non aver paura, anche di fronte alla morte e impegnarti per i più deboli, per i poveri, rischiare la tua reputazione per gli asociali, spogliarti per i mendicanti: tutto ciò non ha alcun valore se non sei importante per loro. Essi ti dicono: “Quale segno fai perché vediamo e possiamo crederti?”.

Bisognerebbe abbandonarli alla loro sorte e voltarsi verso coloro che si sentono confortati dal nostro aiuto, che lo accettano con piacere e riconoscenza! Ma il Signore è di diverso parere. Egli sa che, se la scorza esterna è dura, spesso l’interno è molto sensibile. La provocazione – qualsiasi sia la ripugnanza che ispira – è una sorta di disperata chiamata di aiuto: “Signore, dacci sempre questo pane!”. Che preghiera per i provocatori!

La festa del Santo Patrono può essere motivo per riflettere e ripensare sull’essenzialità delle cose e il valore della famiglia, come fu per S. Vitale, che ha scelto non un mercante d’illusioni, ne un potente di questo mondo ma Colui che ha dato la vita per tutti: il Cristo Signore morto e risorto per noi.

Il Parroco
Raimondo, sac.

  • Sabato 18 aprile: realizzazione delle Sagnitelle in Famiglia – ore 12.30 Benedizione e preghiera
  • Da domenica 19 aprile alle 8.30 al termine della Messa, Novena a San Vitale
  • Preparazione dei taralli in famiglia
  • Martedì 28 aprile ore 8.30 S. Messa – ore 10.30 S. Messa e benedizione dei Taralli – Un saluto dal Parroco e dal Comitato Feste

Tutti i festeggiamenti in onore di San Vitale verranno trasmessi sulla pagina Facebook e YouTube di Parrocchie 3.1.

Foto in copertina di Simone Colameo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube