Una riflessione di Michele Molino sul giorno delle sagnitelle di San Vitale Martire

La pandemia  continua a sterminare  migliaia di persone.  Siamo ancora segregati in casa.  Aumenta la disoccupazione, pertanto la povertà comincia ad incidere negativamente sulle vita familiare.  Il 18 aprile in ricordo del  maestoso gesto del cardinale Pier Luigi Carafa, 

che oltre a donare l’urna di San Vitale alla popolazione, aprì i magazzini badiali  ai poveri,  il comitato  avrebbe  organizzato la distribuzione delle sagnitèll. E’ logico che non ci sarà. Il parroco don Raimondo Artese ha avuto una luminosa intuizione; ha invitato la popolazione  di collegarsi in diretta  alle 12,30 via facebook dalla pagina istituzionale delle parrocchie di S. Giuseppe a fotografarsi ed a postare dalle pagine social.  Dal momento che li sagnitell si possono fare in casa, allora: Tutti al lavoro!  Riportiamo qui di seguito un episodio  accaduto  diversi anni fa (quando c’era la  fama racce),  tradotto in dialetto salvanese.

Ahie  Pippì,  ìre ‘ndì so vest’ a magnà li sagnitèll de Sand Vitàle; ce stavìne pure lu séniche,  lu predde e lu mediche condòtt; vudà  gna sgranàvene e ‘ndringhijèvine.  Appène albe,  Mezzaràcchie  stave già  prànde  ‘nghì  la vazzè;   ‘ndurn’a la callare tutt’affilìte: Caddane, Trapinarèll, Zaccaije, Pillene e Chichinìll.  Ie mendr ‘aripurtàve  a la case na ‘nzalatène acciummuàte de sagnitell pe fa magnà li fèije,  so ‘ngiambàte ‘nghi lu pete a la pirticàre de Frecahalléne;  m’à caschìte titt le sagnitèll.  Putàve lassà ‘ndèrr che la grazie de Dde? Li so ‘rcudd e li so repurtìt’ a la case. Ci so mess cenghe lazzarétt; mi so bivìhute mezza damiggiane de vene. Me ciuffulève le racchie! Ngè rimàste manghe mezza sagnitèll. Richìcce, lu feije me  cchiù gross,  z’à magnàte  quattre  piètt chìlmue-chìlmue.  Finalménd  me so ‘rendustìte li fièngh.  E mò’ rivè la feste de  Sande Vitàle!.  

Michele  Molino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube