Storie di vocazioni al sacerdozio: don Luigi Genovesi

Don Luigi Genovesi sarà ordinato sacerdote giovedì 25 giugno presso la cattedrale di Chieti (leggi)

Come è nata la tua vocazione?
La storia della mia vocazione è coincisa con la storia della mia vita. La famiglia è stata il grembo nel quale ho sentito parlare per la prima volta di Gesù. Mia madre me ne ha sempre parlato. È stata un esempio di fede, di impegno in parrocchia e di preghiera. Invece, mio padre è stato un esempio di carità. Quella carità vera che non prova pietà per chi è nel bisogno ma sa accogliere e donare senza risparmiare nulla.
Inoltre, fondamentali sono state le comunità parrocchiali di Fara San Martino e di San Leucio, in Atessa. Nella prima è stata importante la testimonianza del parroco don Aldo De Innocentiis. È stato
per me come un Giovanni Battista. Ero bambino, ma ancora ricordo con gioia la sua accoglienza e la sua premura. Insieme a lui ho iniziato a servire la Messa come chierichetto e ad innamorarmi dell’Eucaristia. La sua testimonianza di vita presbiterale ha lasciato un’impronta forte nel mio cuore e ha fatto emergere in me il desiderio di seguire il Signore e di donargli la mia vita. In questi primi anni vissuti a Fara San Martino il seme della chiamata di Dio ha trovato posto nel mio cuore.
Poi, gli anni vissuti ad Atessa sono stati anni di maturazione. Importante è stata la guida del mio parroco, don Loreto Grossi, che ha saputo essere paziente e capirmi in tutti i momenti di crescita.
La sua presenza discreta e paterna è stata da stimolo per comprendere meglio l’importanza di Cristo nella mia vita. Egli è fedele nonostante le mie fragilità e questa scoperta è stata l’esperienza che ha nutrito la mia vocazione. A poco a poco ho cominciato a cercare il Signore sempre di più: negli amici in difficoltà, nell’impegno in parrocchia come catechista e come giovane di Azione Cattolica.
In definitiva, grazie alla testimonianza della mia famiglia, a questi esempi di vita presbiterale, alla centralità dell’Eucaristia e all’affetto sperimentato da entrambe le comunità parrocchiali la mia vocazione si è fatta sempre più chiara e ho scoperto l’Amore di Dio, così avvolgente da donargli la mia vita.

Biografia

Don Luigi Genovesi, nato ad Atessa il 27 dicembre 1993, ha vissuto a Fara San Martino fino all’età di 10 anni. Trasferitosi ad Atessa il 31 dicembre 2003, ha terminato la scuola elementare nella città
natale. Dopo gli anni di scuola media ha frequentato l’Istituto Superiore “S. Spaventa”, conseguendo il diploma al termine dei cinque anni di Liceo Scientifico. Ha frequentato l’anno accademico 2012-2013 presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio”, in Chieti, espletando alcuni esami del primo anno del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche. Il 14 ottobre 2013 è entrato in Seminario, iniziando il suo cammino di discernimento vocazionale. Presa la decisione di accogliere la chiamata al presbiterato, ha proseguito la sua formazione nella comunità del Seminario.

Il 21 luglio 2017 è stato ammesso agli Ordini Sacri e il 15 dicembre 2019, all’età di 25 anni, ha ricevuto l’Ordine del Diaconato per l’imposizione delle mani dell’Arcivescovo Bruno Forte. Terminati gli anni di formazione e ultimati gli studi teologici presso l’Istituto PIANUM, in Seminario, il 25 giugno 2020 riceverà l’Ordine del Presbiterato, in vista del ministero sacerdotale presso le comunità parrocchiali di Bomba e Pennadomo.

Di seguito un intervento di don Luigi genovesi per la rubrica “Sulla Tua Parola…” il diacono don Luigi Genovesi ci aiuta nel commento del Vangelo della V Domenica di Quaresima 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube