Oggi 3 ottobre, terza domenica dedicata alle coppie che convivono

SAN SALVO. “«Non è bene che l’uomo sia solo: voglio fargli un aiuto che gli corrisponda». Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di animali selvatici e tutti gli uccelli del cielo…ma per l’uomo non trovò un aiuto che gli corrispondesse. Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò gli tolse una delle costole e richiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio formò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo.
Allora l’uomo disse:
«Questa volta
è osso dalle mie ossa,
carne dalla mia carne.
La si chiamerà donna,
perché dall’uomo è stata tolta
».
Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno un’unica carne.” (Dalla prima lettura di oggi domenica 3 ottobre, Genesi 2, 18-24).

La Parola di Dio non racconta una storia in maniera oggettiva ma è Parola ispirata da Dio capace di incarnarsi nel tempo, nello spazio e nella vita di tutti gli uomini. Questo passo della sacra scrittura delinea tutta la bellezza e la grandezza del progetto d’amore che Dio aveva e ha per l’uomo e la donna fin dall’origine.

Il parroco don Raimondo Artese insieme alla comunità parrocchiale di San Giuseppe fa un invito davvero speciale a tutte le coppie che convivono: “Vieni e vedi”. Questa è la terza delle cinque domeniche (leggi), nello specifico le Messe delle ore 10.00 e delle 11.30, dedicate alle coppie che hanno scelto di andare a convivere. Ci sarà un momento di preghiera dedicato, un segno e la testimonianza di una coppia.

Per informazioni e testimonianze ci si può rivolgere al parroco don Raimondo Artese cell. 348784550.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20