Mamma alle prime armi con pannolini, cremine e pappette

Quale grande strabiliante universo è quello della mamma! Dentro ogni donna c’è in generale una maternità innata che si esprime nella vita anche se poi non lo si diventa biologicamente. E’ quel mix di tenerezza e sensibilità che dona al mondo uno sguardo e un’azione pieni di bellezza contemplante del grande dono della vita.

Quando si diventa mamme a livello biologico la maternità diventa carne e ossa che tocchi . E’ un arte, un mestiere che una donna impara piano piano crescendo insieme a chi si genera. Dopo averne contemplato il miracolo della nascita si assapora anche la fatica fisica, morale, umana e psicologica che comporta crescere un figlio.

C’è un piccolo essere che ti appartiene al diecimila per mille e ha bisogno di te letteralmente h24. Spesso c’è anche l’ansia di non essere in grado di sostenere questo compito che di sicuro non è una passeggiata. Ma grazie a Dio c’è una “grazia divina” che supporta tutte le mamme. Una volta mia suocera disse se una donna sapesse in anticipo quanta fatica costa crescere un figlio e non sarebbe in grado di dimenticare il tutto, molto probabilmente tante donne non farebbero più figli. Il ruolo della mamma è un ruolo insostituibile. I primi anni di vita di un figlio sono costellati di cambi di pannolini , svezzamenti, notti e giorni insonni, cambi di abitudini e sono soprattutto un crescere e un continuo educarsi nell’amore.

Il primo anno di mio figlio è stato di sicuro un anno molto faticoso. Col senno di poi penso che lui risentiva tutto il peso delle mie paure e ansie di mamma. Per un anno intero Giovanni è stato uno di quei bambini che non dormiva né giorno e né notte. Sempre attaccato al seno e che quando è arrivato il momento dello svezzamento tutto ciò che avevo letto in materia non era servito a niente. Tanto tempo per stare a preparare brodi e brodini vegetali che poi sistematicamente non mangiava. Omogeneizzati e frullati gli erano completamente indigesti. La tecnica dell’aeroplanino che si vede nei film e che vuole cercare di porgli un boccone in bocca era un completo fallimento. Provavo a proporglieli in ogni salsa e anche mescolando con altri cibi che sembrava aver gradito tipo yogurt e simili ma era tutto inutile. Ha cominciato mangiare dopo l’anno pane con peperoni arrostiti e ventricina, cibi che gli sono serviti per lui a incuriosirsi agli altri alimenti.

Oggi ricordo quel periodo con un grande senso di dolcezza e forse un pizzico di rammarico per non aver affrontato quel periodo con maggiore serenità. Ma è proprio l’esperienza di quel periodo che è servita per farmi crescere come mamma e aiutata ad approcciarmi diversamente con i figli che sono arrivati successivamente.

E’ un periodo in cui le mamme, soprattutto se non hanno appoggi come nonne, zie e simili, sperimentano anche nella fatica la bellezza del rinunciare e morire a se stesse semplicemente per amore.

Consigli pratici: nello svezzamento meno omogeneizzati e più prodotti freschi. In sostanza prodotti con meno conservanti e con gusti più naturali. Un ostetrica di vecchio stampo, Armida Nola, di cercare sempre i consigli e tecniche delle nonne. Nel cambio del pannolino consigliava di non utilizzare tutti quei prodotti che propongono il mondo consumistico ma più semplicemente un lavaggio con prodotti naturali e asciugare tamponando con delicatezza. Quest’ultimi consigli li ho applicati solo con la quarta figlia e ho riscontrato che è il sistema migliore che ti permette anche di risparmiare soldi ma soprattutto tempo.

(“Sono una mamma non sono una santa: “Sono mamma di quattro figli e come tantissime volte i consigli di altre persone mi sono stati utili in questo mio importante e bellissimo ruolo di cui rendo grazie a Dio, da giovedì 27 febbraio inizierò questa nuova rubrica un po’ autobiografica, su questa meravigliosa avventura sperando di dare degli spunti utili anche alle altre mamme.” (leggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube