I “9 Frutti dello Spirito Santo”. In cammino verso la Pentecoste sesto giorno: LA BONTA’

Di seguito la proposta di novena alla Pentecoste proposto da Rinnovamento Nello Spirito.

Ogni giorno è dedicato a uno dei 9 frutti dello Spirito Santo: Amore, Gioia, Pace, Pazienza, Benevolenza, Bontà, Fedeltà, Mitezza e Dominio di sé.” (Galati 5, 22)

6° giorno (27 maggio) LA BONTA’

( Si può iniziare con un Canto introduttivo )

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo

Dio, che è benedetto nei secoli,
ci conceda di essere in comunione gli uni con gli altri,
secondo la sapienza del suo Spirito,
in Cristo Gesù nostro Signore.

Preghiera di lode
Invocazione dello Spirito Santo o tramite un canto o pregando con la “Sequenza di Pentecoste”

Proclamazione della Parola di Dio

«E non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo, a suo tempo mieteremo.
Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti, soprattutto verso i
fratelli nella fede» (Gal 6, 9-10).

Traccia di meditazione

  • La bontà è pratica, non teorica. Il suo contrario, la cattiveria, è molto
    organizzata. La bontà vera non sta a guardare, ma crea sempre qualcosa. L’ostacolo alla bontà è l’inerzia; è il dire all’altro “arrangiati”, tanto prima o poi a te penserà qualcun altro.
  • La persona buona è l’opposto del “buonista”, che ha paura di scomodarsi, è passiva e negligente invece che attiva e creativa.
  • La persona buona vuole il bene, con quella gioia che nasce dal non cedere agli ostacoli che si oppongono all’attuazione della bontà. Il buono è davvero “figlio della luce”, perché «il frutto della luce consiste in ogni bontà, giustizia e verità” (Ef 5, 9).
  • «C’è più gioia nel dare che nel ricevere» (At 20, 35), come gli Atti ci riportano, riprendendo un detto di Gesù. È ben evidente il salto di qualità tra altruismo e bontà.

Segno
A volte la nostra bontà si esprime in tanti gesti che effettivamente ci costano poco, perché per noi naturali o che non necessitano di grossi sforzi. Proviamo a fare un gesto che ci “costi” un po’. Mettiamo in una busta dei soldi e poniamola insieme agli altri segni. Vedremo, a fine Novena, che ci servirà.


Impegno concreto
Al di là del segno concreto che abbiamo realizzato, siamo circondati dalle necessità dei fratelli. Magari noi stessi siamo in quelle necessità. Proviamo, per quel che possiamo, a realizzare su di noi la parola degli At (20,35) su cui abbiamo meditato.

Preghiera di intercessione

Preghiera allo Spirito Santo
Vieni, o Spirito Santo!
Vieni, o dolce Ospite dell’anima.
Vieni, a me, che ti chiamo con il più vivo desiderio.
Vieni, con la tua luce di Paradiso.
Vieni, con la pienezza dei tuoi doni.
Vieni, e stabilisci in me la tua dimora per sempre.

(Beata Elena Guerra)

Formula conclusiva

Padre misericordioso, rendici aperti e disponibili verso i fratelli
che incontriamo nel nostro cammino, perché possiamo condividere i dolori e le angosce, le gioie e le speranze e progredire insieme sulla via della salvezza. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Canto finale
Congedo
La Vergine dalle mani alzate e Regina del Cenacolo vegli con
noi nell’attesa della Pentecoste.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla
vita eterna. Amen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube