Una domenica segnata dal digiuno Eucaristico: il nostro popolo soffre

(Articolo di Gianmarco Medoro)

Giorni di prova,
ore miste ad ansia e paura,
una domenica segnata dal digiuno delle nostre Eucaristie comunitarie:
il nostro popolo soffre (Es 17,3),
e ogni cuore fa suo il grido d’Israele:
«Il Signore è in mezzo a noi, si o no?»(Es 17,7).

Nel buio di queste ore però ci viene annunciata un’ora: « era mezzogiorno» (Gv 4,6). È l’ora più calda e più luminosa della giornata, l’ora in cui Gesù fa luce sulla vita di una donna nascosta per paura!
Sia mezzogiorno per tutti noi che in questi giorni stiamo facendo i conti con la nostra fragilità e le nostre paure!
Sarà mezzogiorno, ovvero occasione per far entrare luce e calore, se lasciata ogni difesa sapremo ascoltare la sete che ci abita!
Sarà mezzogiorno, se, superando la voglia di evitare il confronto con la verità, daremo nome a ciò che ci manca e troveremo il tempo per sentirci profondamente!
Sarà mezzogiorno, perchè incontrerò Dio nella mia umanissima sete fatta di sogni, desideri e fatiche.

«Viene quest’ora ed è adesso in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità» (Gv 4,23): questa Parola ci viene donata nel tempo in cui siamo privati del nostro culto pubblico!
Si, è mezzogiorno, seppure ci sembri notte fonda. È mezzogiorno perché questo “digiuno eucaristico” mette in moto il cuore, affinchè proprio lui sia l’altare su cui offrire la nostra vita, mette in ordine le nostre case perché proprio lì, centro delle relazioni intime e vere, sia celebrata la nostra personale liturgia.

E Gesù, nel Vangelo di oggi, ci dà un’indicazione concreta: « Alzate i vostri occhi e guardate i campi…» (Gv 4,35). È mezzogiorno se ti accorgerai che, mentre il mondo sta rallentando e tutto sembra in fuga e pieno di paura, la natura sta germogliando perchè arriva la Primavera!
Così sia per te: alza gli occhi e guarda il creato; c’è una promessa di speranza!
E la «speranza non delude perchè l’amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori!» (Rm 5,5).

Si… Dio ti ama e con lui #andràtuttobene!
Così sia per te Italia bella!
Così sia per ciascuno di noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20