Un successo la partita dell’umanità a San Salvo

Disputata nel campo di via Stingi,una partita all’insegna dell’amicizia.Non importa il colore della pelle,l’età,l’essere biondo o Bruno,alto o basso,ricco o povero,uomo o donna e in qualsiasi luogo o situazione in cui ciascuno si trova,c’e’ un elemento che accomuna tutti:l’umanità.In determinate circostanze un semplice pallone riesce a mettere in evidenza questa peculiarità di ogni uomo e donna di questa terra.Questo e’ quanto stato vissuto lunedì 24 giugno 2019 presso il campo di via Stingi a San Salvo grazie a una partita di calcio solidale che ha coinvolto i giovani della parrocchia di San Nicola-Vescovo,i ragazzi della comunità educativa AliD’Oro e del Centro Mira verde di San Salvo,e gli ospiti della Papa Giovanni XXIII di Vasto gestita da Franco di Nucci.A organizzare l’evento sono stati l’associazione di Volontariato Gerico e l’azione Cattolica della Parrocchia di San Nicola-Vescovo in San Salvo.Questo e’ uno degli eventi previsti nell’ambito della ” Giornata del rifugiato” organizzata dalla stessa parrocchia di San Nicola-Vescovo in San Salvo.La partita di calcio e’ stata inserita in questo ambito nel 2018,quando alcuni volontari Gerico per organizzare la giornata del rifugiato si sono recati presso i centri d’accoglienza per provare lo spettacolo.Un giorno,uscendo dalla struttura,videro dei bambini giocare a pallone e nell’osservare come questa piccola sfera di cuoio riuscisse a unire i giocatori e a calamitare l’attenzione di chi li osservava,si accese una lampadina:”Perché non organizzare una partita di calcio solidale con i ragazzi del centro?”.Sono seguite inoltre partite a cui si sono aggiunti anche i ragazzi della comunità educativa Alidoro.La partita e’ stata allietata dalla musica del DJ Lorenzo.Gli organizzatori dell’evento ringraziano l’associazione sportiva Sporting per aver messo a disposizione il campo sportivo di via Stingi dove si e’ disputata questa partita.La Caritas “Gerico”della parrocchia di San Nicola-Vescovo in San Salvo per celebrare la giornata Mondiale del Rifugiato far seguito a questo primo evento,”La fiaccolata del silenzio”che si terrà venerdì 28 giugno con partenza alle ore 21:00 da piazza San Nicola a San Salvo.Alla partita era presente anche Giulina Trivillini educatrice socio culturale della comunità AliD’Oro di San Salvo al quale ha voluto tifare insieme a noi i ragazzi di questa comunità.I ragazzi hanno una bellissima preparazione fisica e morale per affrontare queste partite di pallone e per stare insieme ad altri ragazzi e per fare “Gruppo” tutti insieme.I ragazzi della comunità AliD’Oro sono preparattissimi a conquistare ogni sfida al quale la vita gli mette difronte.Alla partita ha preso parte anche il parroco della parrocchia di San Nicola-Vescovo in San Salvo don Beniamino Di Renzo per tifare e sostenere insieme a noi i ragazzi in campo.Questa sera alle ore 21:00 presso il Centro d’accoglienza MIRAVERDE si svolgeranno le prove per quanto riguarda la festa del rifugiato del 28 giugno 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20