OGGI OTTAVIO ANTENUCCI DECOLLERA’ PER IL SUO VIAGGIO IN CONGO di MICHELE MOLINO

Ottavio Antenucci ancora una volta salirà in aereo, per portare aiuti umanitari e risorse finanziarie ai poveri bambini africani. Era rimasto bloccato dalla pandemia, per cui ha molto sofferto. Grazie alle somme raccolte e alle donazioni dei soci sostenitori dell’Associazione “Vita e Solidarietà di San Salvo” ha potuto contribuire a finanziare numerosi progetti, tra cui un dispensario d’igiene e un laboratorio nel reparto di maternità dell’ospedale di Kinshasa (Capitale del Congo). Antenucci si sta interessando per la costruzione di un nuovo padiglione ospedaliero. Ha dedicato la vita ad aiutare le persone lontane da noi. Ottavio Antenucci merita un plauso per il suo sostegno concreto in favore delle popolazioni più povere del mondo. Gli abbiamo voluto dedicare i seguenti versi.

Ottavio Antenucci ‘nzi ferme ma,
te la forze, salùte e vulundà.
La pandemìje l’avè bluccate,
pe tanda tembe ferme è state.
Di notte lu Conghe sugnàve,
di purtà che lu ‘ccone c’arcimulàva,
a une a une, come li spiche de grane
canda z’àreccuiàve ‘nghì la mane.
Mo ha pijàte na grossa decisiòne,
lu 4 agòste lass’ la nostra naziòne,
va lu Conghe, Bibbiàne va ‘ttruvà,
na suòre chiene di giòije e bondà.
Ottàvie, si li vede, sta cundènd’,
missionàrie di fede ardènt’,
mèrite tanda ricumbèns’,
va dirìtte ‘gne nu vend’.
Nu bbone viagge auguràme,
pe la bella missione nu prigàme.
Ottà, arrete ti Gesù e la Madònne,
che ti prutèggene pi li vije de lu monne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20