In ricordo di un ragazzo che è vicino al Padre celeste

(Eliana Passucci)

Il tempo sembrò fermarsi negli orologi, era solo lo scandire dei minuti, delle ore
A segnare l’arrivo del giorno ,della notte
Senza più luce, senza più calore
Il tempo si fermò a quel giorno di oggi
Tredici anni fa
Ti dicono ,la vita va avanti
Ma che ne sanno chi non conosce la morte?
È una strada interrotta
Dove non puoi tornare indietro
Nemmeno andare avanti.
Quella strada non c è
Sei persa,smarrita, vagabondando in cerca di una via
Intanto perdi il senso del tempo
In cerca di te
Che eri senso dei giorni miei.
Ogni giorno in più di dolore
È un giorno in meno
Che mi tiene lontana da te.
Vivrai sempre come quando eri nel mio ventre
Invisibile agli altri
Ma vivo in me. Manchi troppo
Cuore che più non batte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube