Festa del rifugiato, “Siamo “tutti” sulla stessa barca”

SAN SALVO. “Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi anche voi fatelo a loro”, “Siamo tutti sulla stessa barca” sono i due messaggi chiave che ha voluto testimoniare, domenica 20 giugno con uno spettacolo/testimonianza, la Caritas parrocchiale Gerico in occasione della 70esima Giornata Mondiale del rifugiato. 

Titolo dello spettacolo che ha affascinato tutti gli spettatori presenti era “Verso un noi sempre più grande: la Chiesa unica casa”. A ospitare l’iniziativa proprio il sagrato della chiesa che vista in lontananza, e con il suo porticato e il portone, dava proprio l’idea del “disegno” di una casa che si vuole fare prossimo e accogliere anche tutte le sofferenze degli uomini che vi si approcciano. 

Gli interpreti hanno prestato la loro voce alle testimonianze dei rifugiati e agli altri scartati dalla società, ai poveri, ai violati, di ogni età, di ogni luogo, di ogni fede. 

Ogni testimonianza era accompagnata da una introduzione e coronata da un balletto realizzato e curato nei minimi dettagli dal gruppo giovanissimi di Azione Cattolica. 

Lo spettacolo/testimonianza si è concluso con un testo del Magistero “Fratelli Tutti” di papa Francesco letto dal parroco don Beniamino Di Renzo. 

Tra i presenti anche il vicesindaco Giancarlo Lippis e i consiglieri Fabio Travaglini, Marika Bolognese in rappresentanza della cittadinanza di San Salvo. 

https://fb.watch/v/173tgNgEL/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube20