Sabato Santo

Il terzo giorno del Triduo Pasquale e’ il Sabato Santo che commemora la discesa agli inferi di Nostro Signore Gesu’.Gesu’ resta negli inferi per un breve tempo compiendo la sua Vittoria sulla morte e sul diavolo,liberando le anime dei buoni e giusti morti prima di lui apre loro le porte del Paradiso.Il Signore entro’ da loro portando le armi vittoriose della croce.Adamo fu il primo a incontrare Gesu’ e percuotendosi il petto disse:”Sia con tutti il mio Signore”.E Cristo rispondendo disse ad Abramo:”E con il tuo spirito”.E presolo per mano,lo scosse,dicendo:”Svegliati,tu che dormi,e risorgi dai morti,e Cristo ti illuminera’.Io sono il tuo Dio,che per te sono diventato tuo figlio;che per te e per questi,che da te hanno avuto origine,ora parlo e nella mia potenza ordinò a coloro che erano in carcere:”Uscite.A coloro che erano nelle tenebre:Siate illuminati.A coloro che erano morti:Risorgete.A te comando:Svegliati,tu che dormi.Infatti non ti ho creato perché rimanessi prigioniero nell’inferno.Risorgi,dai morti.Io sono la vita dei morti.Risorgi,opera delle miei mani.Risorgi,usciamo di qui.Tu in me e io in te siamo infatti un’unica e indivisa natura.Per te io,il tuo Dio,mi sono fatto tuo figlio.Per te io,il Signore ho rivestito la tua natura di servo.Per te,io che sto al disopra dei cieli,sono venuto sulla terra e al di sotto della terra.Per te uomo ho condiviso la debolezza umana,ma poi sono diventato libero tra i morti.Per te,che sei uscito dal giardino del paradiso terrestre,sono stato tradito in un giardino e dato in mano ai Giudei,e in un giardino sono stato messo in croce.Guarda sulla mia faccia gli sputi che io ricevetti per te,per poterti restituire a quel primo soffio Vitale.Guarda sulle mie guance gli schiaffi,sopportati per rifare a mia immagine la tua bellezza perduta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20