Parliamo ai bambini di un altro frutto dello Spirito: la benevolenza

“I Piccoli fiori di Gesù” (leggi) (leggi) – Percorso sperimentale per i più piccoli – gruppo “Rinnovamento Nello Spirito”

Sabato 10 aprile 2021

TEMA : LA BENEVOLENZA❤️

Dove abita e dove viene invitato lo Spirito Santo abita la benevolenza. L’essere benevoli può costare fatica e sacrificio ma come si suol dire il bene porta altro bene. Per parlare di questo frutto dello Spirito siamo partiti dal racconto del Vangelo sul miracolo compiuto da Gesù della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Una persona benevola è una persona che tende al bene, si pone in atteggiamento di ascolto e di osservazione per vedere cosa può mancare. Gesù come sempre in quella particolare circostanza vedeva il bisogno quotidiano della folla di una semplice cena. Ha provveduto moltiplicando quel poco che c’era.

Dopo il segno della croce cantato e un brevissimo momento di lode abbiamo invocato lo Spirito Santo ad era presente nell’incontro ed ad avere un atteggiamento di ascolto. Sara ha letto il passo del Vangelo di Giovanni 6, 1-14. Flaviana ha aiutato a riflettere sul frutto della benevolenza con questo passo. Abbiamo proiettato un brevissimo stralcio di un video in cui Madre Teresa di Calcutta aiutava gli ultimi. Marta e Martina hanno guidato nel fare dei panini con pasta preparata in precedenza e a dare la forma del pesce a del prosciutto cotto o altro salame che si aveva in casa.

L’incontro si è concluso con un’Ave Maria e il segno della croce cantato.

(Giovanni 6, 1-14 : 1 Dopo questi fatti, Gesù andò all’altra riva del mare di Galilea, cioè di Tiberìade, 2 e una grande folla lo seguiva, vedendo i segni che faceva sugli infermi. 3 Gesù salì sulla montagna e là si pose a sedere con i suoi discepoli. 4 Era vicina la Pasqua, la festa dei Giudei. 5 Alzati quindi gli occhi, Gesù vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: «Dove possiamo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?». 6 Diceva così per metterlo alla prova; egli infatti sapeva bene quello che stava per fare. 7 Gli rispose Filippo: «Duecento denari di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo». 8 Gli disse allora uno dei discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: 9 «C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?». 10 Rispose Gesù: «Fateli sedere». C’era molta erba in quel luogo. Si sedettero dunque ed erano circa cinquemila uomini. 11 Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li distribuì a quelli che si erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, finché ne vollero. 12 E quando furono saziati, disse ai discepoli: «Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto». 13 Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d’orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato.
14 Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, cominciò a dire: «Questi è davvero il profeta che deve venire nel mondo!».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20