Parlare ai bambini della Genesi in maniera kerigmatica

“I Piccoli fiori di Gesù” (leggi) (leggi) – Percorso sperimentale per i più piccoli – gruppo “Rinnovamento Nello Spirito”

Sabato 5 giugno 2021

Spesso quando si parla ai bambini di fede si tende a presentarla quasi con argomentazioni distaccate da ciò che loro vivono e con linguaggi non sempre al passo con i loro tempi. Se si parla ad esempio di genesi a chi non è mai capitato di sentire dai bambini “Per la religione è così, ma ciò che studiamo a scienza e storia dicono altro…”.

Eppure la fede in incarna in ogni tempo e in ogni spazio ma questo non sempre viene recepito dai bambini. E ciò che vivono nell’ora di catechismo, religione, scout e Azione Cattolica vengono percepiti quasi come delle piccole parentesi distaccate dal resto della loro vita.

Noi adulti vedevamo dei cartoni che fondamentalmente spesso avevano anche una morale e li potevano guardare solo in una determinata ora. Oggi, invece, i bambini sono maggiormente digitalizzati e seguono programmi di influencer e/ youtuber affermati (DocTop, Me contro Te, D’Insieme, Favij e simili) e che sono disponibili ogni volta che vogliono.

Oggi più che mai la trasmissione della fede ai bambini deve avere il sapore di annuncio gioioso che si incarna nel loro vivere quotidiano ripartendo da zero e in maniera forte, semplice e veritiera e che preveda anche momenti in cui i bambini siano chiamati a leggere la Parola di Dio in prima persona. Fortemente sconsigliati, a mio avviso, le versioni annacquate per bambini.

Questi sono stati i presupposti che ci hanno guidato nel riproporre la Genesi ai “Piccoli Fiori di Gesù”. Flaviana aveva il compito di guidare l’incontro e presentare la bellezza del creato.

Dopo l’amato Segno della croce cantato intonato con la chitarra da Catia, un breve momento di lode, di invocazione dello Spirito e di presentazione dell’incontro i bambini hanno letto i passi del primo capitolo della Genesi fino al versetto 25, prima della creazione dell’uomo. Ogni bambino aveva il compito di leggere ciò che Dio Creava in un giorno. Abbiamo poi proiettato un video scelto in maniera che non avesse il sapore di favola ma di far trasparire visivamente ciò che avevano letto e ascoltato (video riportato in basso e proiettato fino al minuto 3.33).

Sono nate delle riflessioni spontanee e inaspettate che ci hanno confermato la necessità di questo nuovo modo di concepire l’annuncio della fede ai più piccoli. I bambini sono stati poi invitati a realizzare un disegno su quanto avevano letto. L’incontro si è concluso con il segno di croce cantato. Con noi abbiamo avuto la gioia di avere anche una coppia di Pescara in rappresentanza dell’Equipe Famiglia regionale del Rinnovamento Nello Spirito.


Teresa
1 In principio Dio creò il cielo e la terra.
2 Ora la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque.
Benedetta
3 Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu.
4 Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre
5 e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno.
Alessia
6 Dio disse: «Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque».
7 Dio fece il firmamento e separò le acque, che sono sotto il firmamento, dalle acque, che son sopra il firmamento. E così avvenne.
8 Dio chiamò il firmamento cielo. E fu sera e fu mattina: secondo giorno.
Alessio
9 Dio disse: «Le acque che sono sotto il cielo, si raccolgano in un solo luogo e appaia l’asciutto». E così avvenne.
10 Dio chiamò l’asciutto terra e la massa delle acque mare. E Dio vide che era cosa buona.
11 E Dio disse: «La terra produca germogli, erbe che producono seme e alberi da frutto, che facciano sulla terra frutto con il seme, ciascuno secondo la sua specie».
Andrea
E così avvenne:
12 la terra produsse germogli, erbe che producono seme, ciascuna secondo la propria specie e alberi che fanno ciascuno frutto con il seme, secondo la propria specie. Dio vide che era cosa buona.
13 E fu sera e fu mattina: terzo giorno.
Martina
14 Dio disse: «Ci siano luci nel firmamento del cielo, per distinguere il giorno dalla notte; servano da segni per le stagioni, per i giorni e per gli anni
15 e servano da luci nel firmamento del cielo per illuminare la terra». E così avvenne:
16 Dio fece le due luci grandi, la luce maggiore per regolare il giorno e la luce minore per regolare la notte, e le stelle.
17 Dio le pose nel firmamento del cielo per illuminare la terra
18 e per regolare giorno e notte e per separare la luce dalle tenebre. E Dio vide che era cosa buona.
19 E fu sera e fu mattina: quarto giorno.
Sara
20 Dio disse: «Le acque brulichino di esseri viventi e uccelli volino sopra la terra, davanti al firmamento del cielo».
21 Dio creò i grandi mostri marini e tutti gli esseri viventi che guizzano e brulicano nelle acque, secondo la loro specie, e tutti gli uccelli alati secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona.
22 Dio li benedisse: «Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite le acque dei mari; gli uccelli si moltiplichino sulla terra».
23 E fu sera e fu mattina: quinto giorno.
Miriam
24 Dio disse: «La terra produca esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e bestie selvatiche secondo la loro specie». E così avvenne:
25 Dio fece le bestie selvatiche secondo la loro specie e il bestiame secondo la propria specie e tutti i rettili del suolo secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube20