“La preghiera è dirompente come dinamite”

I piccoli fiori di Gesù” (leggi)

Continua il percorso del percorso sperimentale del gruppo del Rinnovamento Nello Spirito “Madonna delle Grazie di San Salvo “I piccoli fiori di Gesù” (leggi). Un percorso nato per i bambini delle elementari in cui sperimentiamo di volta in volta nuovi modi per trasmettere la fede e coinvolgerli in prima persona in modo che ne diventino sempre più protagonisti.

Tema dell’ incontro di sabato 27 novembre è stata “La preghiera è come una dinamite”. Prima dell’incontro le mamme sono state invitate a chiedere ai bambini cosa poteva significare per loro questa frase e di cercare di trovare un modo per rappresentarlo secondo il loro stile e con ciò che piace a loro.
Nel giorno di questo appuntamento speciale, dopo il segno della croce Silvana ha condiviso il suo schermo proiettando un video in cui faceva vedere l’esplosione di una dinamite. Quel brevissimo video è riuscito a catturare l’attenzione di tutti i bambini. L’ oggetto dinamite era qualcosa che seppur di dimensione piccole era in movimento e lasciava immaginare che a un certo punto avrebbe creato una cosa nuova. Questa scena è servita a Silvana per dire ai bambini quanta forza può starci nella preghiera e smuovere il cuore di Dio. Flaviana ha raccontato loro la storia di un santo che in qualche modo può ricordare l’effetto dinamite della preghiera: la storia del nostro patrono guerriero, san Vitale. Catia ha dimostrato con un segno molto significativo che per pregare e toccare il cuore di Dio bisogna avere un cuore libero. Il segno che è servito a simboleggiare tutto ciò è stata una scatola legata da tanti nastri e quando ha tolto questi nastri sono esplose una montagna di fili d’angelo. Dopo un canto ogni bambino ha mostrato e spiegato la sua opera. Questa volta hanno scelto di fare un disegno. Una bambina ha realizzato e inscenato, con l’aiuto della mamma, un mini dialogo con Gesù.
In seguito abbiamo invitato i bambini a fare un momento di intercessione e invitati a curare la preghiera incessante a Dio in tutti i momenti della loro giornata, nella gioia e nella tristezza.

Punti fermi di questo percorso RNS sperimentale per i bambini che teniamo a ribadire in ogni incontro in cui andiamo a preparare raccogliendo i vari feedback e cercando di metterci sempre in loro ascolto sono:
trasmettere l’amore di Dio per ciascuno di loro
progettare un cammino cristocentrico in cui i bambini siano i principali progettisti e si sentano dei protagonisti
siano loro in prima persona i principali ispiratori e promotori di questo progetto d’amore che si chiama “I piccoli fiori di Gesù” (nome che resterà solo se piace anche ai bambini).

Facendo un’analisi degli incontri precedenti abbiamo riscontrato che: il penultimo incontro era troppo strutturato e lasciava poco spazio ai bambini per creatività ed esercizio dei loro carismi personali; nell’ultimo abbiamo evidenziato invece la necessità di lasciare dei punti fermi come potrebbero essere il momento della lode, dell’invocazione dello Spirito e/o dell’intercessione. In questo abbiamo cominciato a trovare il giusto equilibrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20