Indetta seconda visita pastorale di Bruno Forte nelle nostre parrocchie

L’ 11 ottobre 2019, in occasione della Festa di Maria, Mater Populi Teatina (Madre del nostro Popolo), l’arcivescovo della diocesi Chieti-Vasto Bruno Forte ha annunciato ufficialmente l’indizione della IIa Visita Pastorale che inizierà durante l’Avvento 2019 e si concluderà nel 2023.

L’indizione della Visita Pastorale, che farò in tutte le Parrocchie dell’Arcidiocesi a partire dal prossimo Avvento, mi induce anzitutto a far memoria della grande grazia che fu per me e per la nostra Chiesa diocesana la Visita del 2008-2013, grazie all’azione del Signore e all’impegno di noi tutti” Con queste parole il vescovo introduce il suo messaggio contenuto nella lettera “Discepoli missionari” rivolta a presbiteri e diaconi, religiosi e religiose, e a tutti i fedeli dell’Arcidiocesi.

Le dieci Zone pastorali dell’Arcidiocesi saranno visitate secondo il seguente calendario: 2019-2020: Zone di Chieti, Chieti Scalo; 2020-2021: Zone di Vasto e Gissi; 2021-2022: Zone di Francavilla, di Scafa e di Guardiagrele; 2022-2023: Zone di Atessa, di Fossacesia-Casalbordino e di Casoli

La visita pastorale del Vescovo diverrà l’occasione “per ravvivare le energie degli operai evangelici, lodarli, incoraggiarli e consolarli”, oltre che “per richiamare tutti i fedeli al rinnovamento della propria vita cristiana e a un’azione apostolica più intensa” (Congregazione per i Vescovi, Direttorio Apostolorum Successores, 30. 3. 2004, n. 221). Di seguito uno stralcio della lettera di Forte.

La visita è un evento di grazia che riflette in qualche misura quella specialissima visita con la quale il ‘supremo pastore’ (1 Pt 5, 4) e guardiano delle nostre anime, Gesù Cristo, ha visitato e redento il suo popolo (cf. Lc 1, 68).

In questa luce, è mio vivissimo desiderio che anche questa Visita Pastorale sia un tempo di consolazione per i fedeli e per i sacerdoti, sul modello offertoci dall’Apostolo Paolo, che così presenta il suo ministero: “Noi non intendiamo far da padroni sulla vostra fede; siamo invece i collaboratori della vostra gioia” (2 Cor 1,24). Confermando nella fede quanti mi sono affidati da Dio, vorrei aiutare tutti e ciascuno a scoprire sempre più la bellezza del dono che Cristo è per noi e a motivare in maniera il più possibile profonda la passione dell’annuncio che nasce dalla sovrabbondanza del cuore. Chiedo a tutti di pregare perché la mia presenza fra voi realizzi questi scopi.

Nella luce dell’assoluto primato dell’amore va letto anche l’aspetto più propriamente giuridico della visita, durante la quale “non si deve tralasciare l’esame della amministrazione e conservazione della parrocchia.

Dato il carattere prevalentemente zonale della Visita, l’incontro con i Presbiteri, i Diaconi e i Religiosi operanti nella Zona, quello con i Consigli Pastorali Zonali, con i catechisti e le varie aggregazioni ecclesiali presenti sul territorio visitato, come l’incontro con i Consigli per gli Affari Economici delle Parrocchie, si terranno in una sola data per ogni Zona, sì da riservare alle singole Parrocchie la celebrazione festiva (in cui potrà inserirsi l’amministrazione delle Cresime) e l’incontro col Consiglio Pastorale Parrocchiale e l’assemblea di tutti i fedeli.

La Visita Pastorale sarà aperta e chiusa da una celebrazione a livello zonale: in ogni Zona sarà opportuno preparare la Visita con iniziative di catechesi, organizzando in particolare la visita del Vescovo almeno alle scuole superiori, alle strutture ospedaliere e ai centri più rilevanti per il mondo del lavoro.

La Visita renda tutti noi sempre più “discepoli” del Signore Gesù, Redentore dell’uomo, “missionari” nell’annunciarne la bellezza salvifica a tutti, in maniera credibile e in ogni tempo: aiutare tutti noi ad essere sempre più “discepoli missionari” del Signore è lo scopo principale che la Visita si propone! Vi chiedo perciò di affidare a Dio Trinità Santa la visita pastorale che iniziamo, attraverso l’intercessione della Vergine Madre Maria e quella dei nostri santi patroni, facendo nostra, con fede umile e convinta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20