Coronavirus: le posizioni dei parroci sansalvesi

Carissimi,

in questo periodo, così particolare, a tutela della nostra e altrui salute ci sono state chieste, da parte dell’Autorità Governative e Religiose, alcune restrizioni anche nell’ambito della partecipazione comunitaria alla vita di fede nella chiesa di Dio.

Noi parroci di San Salvo, recependo l’indicazione della Conferenza Episcopale Italiana sul decreto governativo e la nota aggiuntiva dei vescovi abruzzesi e molisani, siamo qui a scrivervi per farvi partecipi di alcuni inevitabili cambiamenti nella vita ordinaria delle tre Parrocchie Sansalvesi.

  • Confermiamo la sospensione delle attività pastorali e catechistiche fino al prossimo 3 aprile.
  • Siamo inoltre nella necessità di dover celebrare le Messe in modo riservato, senza concorso di popolo (per cui ognuno di noi provvederà ad avvisare i fedeli sull’orario in cui celebrerà la Santa Messa, così che tutti i fedeli vi si possano unire spiritualmente).
  • Le intenzioni di preghiera prenotate rimangono invariate salvo che gli offerenti non desiderino spostarle.
  • I riti funebri consisteranno solo della benedizione della salma al cimitero, alla presenza dei familiari stretti del defunto.

La nostra presenza e disponibilità per i colloqui personali e le confessioni è assicurata nei soliti orari e nei soliti luoghi, così come vi assicuriamo la nostra costante reperibilità.

Le chiese della Madonna delle Grazie, della B.V. Addolorata (antica chiesa di San Nicola) e della Risurrezione (alla Marina) rimarranno aperte tutti i giorni per la preghiera personale. Eventuali variazioni negli orari di apertura saranno comunicate da noi singolarmente.

Queste variazioni alla vita ordinaria delle nostre parrocchie sono decisioni prese con fatica, ma siamo consapevoli che non possiamo esimerci dal fare la nostra parte affinché il contagio possa restringersi e sparire presto.

Non ci stiamo “salutando”, ma stiamo solo “rimodulando in modo provvisorio” il nostro essere delle Comunità unite in Cristo: “un Cuor solo ed un’anima sola” di là della vicinanza fisica.

Infatti raccomandiamo di coltivare la vita spirituale attraverso la lettura e la meditazione della Parola di Dio, la preghiera e l’adorazione eucaristica personale, il Rosario, la liturgia delle ore e la via Crucis.

Così facendo, oltre ad implorare sul mondo la Divina Misericordia del Buon Dio, ci prepareremo a vivere presto la gioia del ritrovarci insieme anche fisicamente.

Possano accompagnarci la Vergine Santa, San Vitale, San Nicola e San Rocco.

San Salvo, 9 marzo 2020

I parroci di San Salvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Facebook0
Youtube20