Anche gli scout sansalvesi al San Giorgio abruzzese di Ortona

Tantissimi scout dell’Agesci San Salvo si sono ritrovati a vivere le avventure del campo San Giorgio di zona organizzato presso la Base Scout San Martino a Ortona che si è tenuto dal 23 al 25 aprile.

ll Campo San Giorgio (o più semplicemente San Giorgio), è l’evento annuale di zona per ricordare ed onorare il santo patrono degli esploratori e delle Guide ovvero la fascia d’età 12-16 anni chiamata anche Reparto.

Ogni squadriglia ha dovuto decidere e organizzare anche i mezzi per raggiungere la Base Scout ed è stata chiamata a svolgere diverse attività e anche a gestire dei tempi in cui i ragazzi erano chiamati semplicemente a stare insieme e a impiegare questo tempo senza telefonini e senza tablet. Tempi che purtroppo spesso i ragazzi non sono più abituati a vivere.

Il reparto del San Salvo 1 si è incontrato con gli altri gruppi della zona (Vasto, San Salvo, Ortona, Orsogna, Atessa, Francavilla, Lanciano, Cepagatti) sperimentando il gemellaggio con altre squadriglie al fine di migliorare la conoscenza delle tecniche scouts con il confronto e la condivisione. Ogni squadriglia è stata gemellata con altre di altri gruppi, per realizzare di piccole imprese: costruzione di secchi e lista per la raccolta differenziata, ricordini del campo, percorsi hebert, costruzione di  una passerella vicino alla cascata di San Giovanni a Bocca di valle, piccolo rifugio per i cani malati, rilievo topografico, realizzazione opuscolo sulla Lecceta di Torino di Sangro con osservazione della fauna  e dei percorsi, esercitazione con i vigile del fuoco per pronto intervento.

Ogni ragazzo si è messo in gioco cercando di fare del proprio meglio con gioia e semplicità  e per riorganizzarsi con le proprie tende e la cassa di squadriglia  in previsione del campo estivo.

L’uscita è in onore del Santo protettore degli Esploratori e Guide, San Giorgio: un santo tra i più venerati che incarna gli ideali del cavaliere medioevale, difensore di miseri ed indifesi. Baden-Powell lo propone come il modello a cui si dovrebbe ispirare ogni scouts, incitarli ad impegnarsi con cuore saldo e gioiosa fiducia ad aiutare gli altri, a mettersi a loro disposizione, a servizio di poveri e indifesi. Ecco perché San Giorgio è un modello per ogni scouts che nella promessa si impegnano a vivere la propria vita a servizio di Dio e dei fratelli, attraverso buone azioni ed il servizio, ad aiutare quanti sono in difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti piace l'articolo? Condividilo sui tuoi social :)

Resta aggiornato
Youtube